giovedì 22 giugno 2017

Ubbidienza

Una volta feci un sogno in cui un Santo parlava della

              ubbidienza cara a Dio

Scrivo oggi di quest'argomento perché troppo spesso leggo di cattolici arrabbiati col Santo Padre.
A volte è capitato anche a me di non capire alcune frasi del Papa o di sentirmi incitata troppo al cammino mentre magari altri vanno da tutt'altra parte. Ma... Questo è il ruolo del cristiano, uscire dal recinto insieme col suo Pastore. Certo, non è facile ma perché questo è il tempo della Misericordia verso gli ultimi o i ritardatari.
Dio chiama e noi vogliamo ostacolare questa voce?

Cattolici cari, lasciamo fare al Santo Padre che di Sapienza ne ha più di noi e quando non capiamo, fidiamoci delle Parole di Gesù:
Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le porte degli inferi non prevarranno su di essa.

Fidiamoci ancora di Gesù quando chiede a Pietro se lo ama più di tutti gli altri.


Fidiamoci ancora di Gesù come anche fecero gli Apostoli e sicuramente non sempre capivano.
Perché vogliamo capire troppo? Non siamo chiamati ad avere fiducia?
E soprattutto state lontani dalla divisione che sicuramente non  parla di Dio!


Abbiamo fatto esperienza della Misericordia di Dio?
Dunque se il nostro cuore ha vissuto questa dolcissima esperienza d'amore, ricordiamo e usiamola.

L'amore non ha confini e questo non significa non sapere il Catechismo della Chiesa cattolica ma...
Il primo incontro noi lo abbiamo avuto con la Misericordia non con il Catechismo. Sarebbe un po' come chiedere allo zoppo di correre o al cieco di volare.

Quindi se il Papa chiede di usare Misericordia, armiamoci di pazienza e ritorniamo all'incontro.


Grazie Santità per la sua pazienza

Cercheremo di imparare ancora e finché Dio vorrà.

Grazie Padre buono per la tua pazienza con noi, grazie Gesù per il tuo Sacro Cuore, grazie Spirito Santo per insegnarci l'unità.

La donna più famosa del mondo

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente.

Maria porta in sé il Cristo.

Dio amore travolgente.
La carità di Cristo ha invaso la terra ed ha raggiunto tutte le situazioni umane.

Nessuna sofferenza umana è estranea a Cristo.

"Ha spiegato la potenza del suo braccio ha disperso i superbi"
I grandi della terra sono passati, Cristo è restato!

Si, Maria la Madre di Dio è la donna più bella del mondo, ciò che la rende così bella è l'aver aperto il suo cuore all'Amore.

Lei è il più grande e bel vaso che si riempie e trabocca di Dio.


Grazie Madonnina bella, insieme a te cantiamo:

E Santo è il Suo nome!

martedì 13 giugno 2017

Sant'Antonio da Padova





Oggi si ricorda Sant'Antonio da Padova.


Questa è una cartolina spedita da mio nonno nel 9.9.70
Da Padova, riporta la scritta:
Alla bambina Teresina.

Grazie nonno!

Sono certa che la tua preghiera fatta al Santo dei miracoli sia stata esaudita.
Grazie Sant'Antonio!
Grazie a Dio per le persone preziose di nome Antonio che ho incontrato nella mia vita: mio nonno, mio fratello, Don Antonio!

Grazie a Dio per le bellezze che solo Lui sa compiere in un'anima come il più geniale e originale degli artisti. Affidiamogli la nostra tela.

Dio ci parla sempre


Un'anima nobile e delicata può essere anche la più semplice, ma di sentimenti delicati; una tale anima cerca di vedere Iddio in ogni cosa. Lo trova ovunque, riesce a trovare Iddio anche nelle cose più insignificanti. 
Tutto per lei ha un significato. Apprezza grandemente tutto. Ringrazia Dio per ogni cosa. Da ogni cosa ricava profitto e rivolge a Dio ogni lode. Confida in Lui e non s'impressiona quando viene il tempo della prova. 
Essa sa che Iddio è sempre il migliore dei padri e tiene poco conto delle considerazioni umane. 

Santa Faustina 













martedì 23 maggio 2017

Incontri d'amore



Le cose di Dio non si possono raccontare, sono incontri e segreti d'amore simili ad una rosa che se ne doni un petalo rischi di veder cadere tutti gli altri petali.
A volte è Lui stesso a far sentire il profumo della rosa.
A volte è Lui stesso a dirti
Vieni a me sono io l'acqua che nutre la rosa, sono io l'acqua che si posa sulle foglie della quercia e cade sulla terra e dischiude margherite.
Sono io che dalle rocce traggo i fiori più belli.

Sono io che ti amo.


Dio ci chiama all'incontro d'amore.


Maria Teresa

martedì 2 maggio 2017

Medjugorje messaggio

messaggio 2 maggio 2017

Cari figli, vi invito a pregare non chiedendo, ma offrendo sacrifici, sacrificandovi. 
Vi invito all’annuncio della verità e all’amore misericordioso. 
Prego Mio Figlio per voi, per la vostra fede che diminuisce sempre di più nei vostri cuori. Lo prego per aiutarvi con lo Spirito Divino, come anche io desidero aiutarvi con lo spirito materno. Figli miei dovete essere migliori, solo coloro che sono puri, umili e colmi d’amore sorreggono il mondo, salvano sè stessi e il mondo. 
Figli miei, Mio Figlio è il cuore del mondo, bisogna amarLo e pregarLo e non tradirLo sempre e nuovamente. Perciò voi, apostoli del mio amore, diffondete la fede nei cuori degli uomini, con il vostro esempio, con la preghiera e con l’amore misericordioso. Io sono accanto a voi e vi aiuterò. 
Pregate affinchè i vostri pastori abbiano sempre più la luce per poter irradiare tutti coloro che vivono nelle tenebre. 
Vi ringrazio.

sabato 29 aprile 2017

Santa Caterina da Siena

Conosco poco i Santi perché per conoscerli dovrei leggere tutta la loro vita ma spesso alcune loro parole ed azioni mi appaiono attuali, così come Santa Caterina cresciuta in tempi difficili tendenti alla divisione, richiamava con coraggio  all'unità con la Santa Chiesa e il Papa.
Erano tempi di pestilenze, carestie, guerre ed eresie.
Quel tempo è così diverso da oggi? 
Guerre e rumori di guerre oggi se ne sentono da ogni angolo del mondo perfino nelle famiglie, le
Carestie sono di ogni genere ed in ogni luogo. Vediamo  in Italia i giovani sono senza lavoro (notizia di oggi: Cagliari uno su due senza studio e lavoro),  vivono nelle famiglie natie aiutati dai genitori e nonni ma non si formano famiglie e non nascono più bambini.

Può crescere un Paese?

Da ogni angolo si alzano voci di unmalessere che appare inascoltato e ci si chiede dov'è la politica di quella democrazia che metteva al centro il popolo.
A volte si ha l'impressione che mentre i nostri politici  si muovono nelle loro auto, s'incontrano e decidono, si siano dimenticati del lavoro e del popolo.
Le leggi emesse dovrebbero essere fatte perché il popolo ne ha bisogno e non solo per pochi.
Dovrebbe esserci una certa cultura della vita  come l'aiuto al malato e alla famiglia, mettendo in primo piano il popolo forse crescerebbero giovani meno arrabbiati. Nonostante tutto siamo un Paese ricco di "perle" ma che sembrano chiuse dentro gusci di conchiglie che solo la mano di uomini saggi potrebbero dischiudere per portare alla luce quei valori, invece... I giovani scappano in altri Paesi ed in compenso arrivano persone con altre culture come una forma di sostituzione, ma... 

Prima ci si prende cura del vicino, se no è ipocrisia. 

Noi siamo un popolo buono ed accogliente perché la sua radice è nella cultura cristiana ed è vero che
Il cristiano non ha paura e non si chiude all'altro ma insieme alla carità si usa la ragione!
è sempre una questione di armonia non di squilibri. 

Una politica che metteva al centro la famiglia, ha portato l'Italia ad essere tra le prime potenze al mondo, un miracolo italiano:

https://www.avvenire.it/agora/pagine/italia-miracolo-ucciso-lobby

Erano uomini che avevano cura del popolo e la loro forza era nell'essere cattolici e come diceva Bernabei l'Italia è stata colpita nel cuore della sua forza.


Ma ora mi domando se "C'è carestia anche nel cuore"


Desiderio di Dio davanti a tutto, davanti a se stessi, questo è l'essenziale.

Purtroppo un altro problema di oggi è la divisione, anche chi combatte per il bene rischia di dividersi mettendo in discussione il Santo Padre anziché mettere in discussione una semplice esternazione personale come quella sugli immigrati che può essere discussa.

Unità! Unità ed armonia tra noi e con Dio, questo dovremmo non tacere.
Lavoriamo per il bene ed ogni giorno ci si può rialzare e comprendere.


Ai cattolici che credono nelle Parole di Gesù: "Tu  sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le porte degli inferi non prevarranno su di essa"  vorrei dedicare le parole di Santa Caterina da Siena:

“Solo nell’obbedienza al Papa – stanno coloro che hanno lume, che con lume conoscono la verità, e conoscendola, l’amano!



Santa Caterina da Siena,
Sii nostra Patrona.

domenica 2 aprile 2017

Medjugorje messaggio del 2 aprile 2017

Cari figli,
apostoli del mio amore, tocca a voi diffondere l'amore di mio Figlio a tutti coloro che non lo hanno conosciuto. Voi, piccole luci del mondo, alle quali io con amore materno insegno a brillare in modo chiaro, con pieno splendore.
La preghiera vi aiuterà, perché la preghiera salva voi, la preghiera salva il mondo. Perciò figli miei, pregate con le parole, con i sentimenti, con l'amore misericordioso e con il sacrificio. Mio Figlio vi ha indicato la strada. Lui che si è incarnato, ha fatto di me il primo calice. Lui che con il suo supremo sacrificio vi ha mostrato come bisogna amare. Perciò, figli miei, non temete di dire la verità. Non temete di cambiare voi stessi e il mondo: diffondendo amore, facendo in modo che si conosca e si ami mio Figlio, amando gli altri in Lui.
Io, come madre, sono sempre con voi. Prego mio Figlio che vi aiuti e che nella vostra vita regni l'amore: amore che vive, amore che attira, amore che dona vita. Vi insegno ad avere un amore così: puro! Sta a voi, apostoli miei riconoscerlo, viverlo, diffonderlo. Pregate con i sentimenti per i vostri pastori, possano con l'amore testimoniare mio Figlio.

Vi ringrazio.

venerdì 31 marzo 2017

Regina della pace

Regina della Pace, 
Regina della Pace, 
ho il cuore ferito: 
lo porto a te,
lo consegno a te
che hai sofferto per tuo Figlio. 
Vergine Madre ti imploro,lascia che volga a te i miei occhi,
Regina della Pace ti prego
da' speranza al mio dolore. 

Madre dell'Amore,
Madre dell'Amore,
la menzogna mi distrugge.
Voglio stare qui,
veglia con me,
cerco la tua consolazione:
solo vicino te sto bene,
e ritorna azzurro il cielo.
Madre dell'Amore ti prego
da' speranza al mio dolore. 

Regina della Luce,
Regina della Luce,
fonte viva di speranza.
Dolce chiarore,
Madre pietosa,
il nostro popolo confida in te.
Bianca luce che ci guida
e illumina le nostre vite,
Regina della Luce ti canto,
Pace di chi si affida a te,
Pace di chi si affida a te.





https://youtu.be/hCRKsdG-m_Q



domenica 26 marzo 2017

Medjugorje messaggio del 25 aprile 21017

"Cari figli!

 In questo tempo di grazia vi invito tutti ad aprire i vostri cuori alla misericordia di Dio affinché attraverso la preghiera, la penitenza e la decisione per la santità iniziate una vita nuova.

Questo tempo primaverile vi esorta, nei vostri pensieri e nei vostri cuori, alla vita nuova, al rinnovamento.
Perciò, figlioli, io sono con voi per aiutarvi affinché nella determinazione diciate SÌ a Dio e ai comandamenti di Dio. Non siete soli, io sono con voi per mezzo della grazia che l'Altissimo mi dona per voi e per i vostri discendenti.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.


in Spagnolo:

“Queridos hijos! En este tiempo de gracia los invito a todos a abrir sus corazones a la misericordia de Dios, para que a través de la oración, la penitencia y la decisión por la santidad, comiencen una vida nueva. Este tiempo primaveral los estimula en sus pensamientos y corazones a una vida nueva, a la renovación. Por eso, hijitos, yo estoy con ustedes para ayudarlos a que, con determinación, digan SÍ a Dios y a los Mandamientos de Dios. Ustedes no están solos, yo estoy con ustedes por medio de la gracia que el Altísimo me concede para ustedes y sus descendencias. Gracias por haber respondido a mi llamado."


venerdì 24 marzo 2017

Dio è amore

O Signore cos'è l'infinito?
È quando ti sento passeggiare nel mio giardino.
O Signore cos'è l'infinito?
È quando ti incontro nel cuore di chi  ama.
O Signore, cos'è l'infinito?
È quell'attimo di eternità nell'Eucaristia.
Questa vita è la tua poesia
 lunga quanto il mio cammino, in sè ha le stagioni,  e con la primavera c'è anche l'inverno, così come il silenzio col suo autunno e  l'estate giocosa è felice come un bimbo amato dal padre e dalla madre che neanche il tuono conta!
 Ed io ascolto Signore, non sempre lo so fare. A volte è come giocare a nascondino  ma il bimbo sono io e  quando ti trovo è festa e mi fai credere di essere stata io a trovarti.

O Signore, cos'è l'infinito nel dolore? È...
Potrei dire tante parole
ma la più alta,
la più eccelsa è questa:
È guardare il volto del Messia,
È vedere l'Amore che ha sofferto
Per me.

Cos'è l'infinito?

È esplorare il cielo, la terra, è cercarti negli uomini ovunque mi trovi, è trovarti è non trovarti. È capire che il tuo tocco nel mio cuore mi fa gioire e mi fa soffrire, perché io ti cerco
Così come un pozzo vuole acqua,
Così come un vaso vuole vino
e il piatto vuole il pane
Perché la terra deve essere irrigata, la gioia donata e il pane condiviso
E noi siamo tuoi

dolcissimo infinito.

lunedì 20 marzo 2017

Medjugorje messaggio del 18 marzo 2017

Cari figli, Il mio desiderio materno è che i vostri cuori siano riempiti di pace e che le vostre anime sino pure affinché alla presenza di mio Figlio possiate vedere il Suo volto. Perché, figli miei, come madre so che avete sete di consolazione, speranza e protezione. Figli miei, voi, coscientemente ed incoscientemente  cercate mio Figlio. Anch' io mentre trascorrevo il tempo terreno gioivo, soffrivo e con pazienza sopportavo i dolori finché il mio Figlio nella sua gloria li ha eliminati. Perciò dico a mio Figlio: Aiutali sempre! Voi ,figli miei, con amore veritiero illuminate le tenebre dell'egoismo  che avvolgono sempre di più i miei figli. Siate generosi. Le vostre mani e il vostro cuore siano sempre aperti. Non temete. Abbandonatevi a mio Figlio con fiducia e speranza. Guardando verso di Lui vivete la vita con amore. Amare significa donarsi, sopportare e mai giudicare. Amare significa vivere le parole di mio Figlio. Figli miei, come madre vi dico: soltanto l'amore veritiero guida alla felicità eterna. 

domenica 19 marzo 2017

A noi la battaglia a Dio la vittoria

La grande marcia della distruzione intellettuale proseguirà. Tutto sarà negato. Tutto diventerà un credo. È una posizione ragionevole negare le pietre della strada; diventerà un dogma religioso riaffermarle. È una tesi razionale quella che ci vuole tutti immersi in un sogno; sarà una forma assennata di misticismo asserire che siamo tutti svegli. Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Noi ci ritroveremo a difendere non solo le incredibili virtù e l'incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l'erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Queste parole di Chesterton sembrano una profezia.    


  • Verrà un tempo in cui ... al vedere uno che non sia pazzo, gli si avventeranno contro dicendo: – Tu sei pazzo! a motivo della sua dissomiglianza da loro. Così anche queste del grande Sant'Antonio abate mi fanno pensare che se oggi affermi l'ovvio sei fuori fase, medievale e tanto altro. Da circa un mese sono rientrata in oknotizie (reddit) dopo una lunghissima assenza dovuta ad una sorta di intolleranza verso i miei post sui messaggi della Madonna a Medjugorje.

 In questi tempi così confusi sono diventata una che asserisce l'ovvio: difensore della famiglia naturale, dei bambini dalla pericolosa ideologia gender e a favore della cultura della vita.
Queste posizioni così precise non sono accettate, ma è mio dovere farlo. Non importa se non vengono accettate anche se in fondo c'è la speranza di far nascere qualche  dubbio tra gli oppositori che credono che l'amore sia amore (Un termine così tanto inflazionato) così come ogni desiderio legittimo.

Ciò che non mi aspetto è il fuoco amico.

Sono stata ripetutamente ripresa da una persona che si definisce credente come se dicessi cose fuori dalla logica comune, quasi una fanatica o una pazza con frasi del tipo:
non mi piace il tuo modo di diffondere la religione"

Ti renderai conto che tutti la pensano come me

E... "vaneggiante" (per un post di Aleteia: Gesù nel tabernacolo).



No cara, sono semplicemente una cattolica che difende i valori non negoziabili, compresa la vita e il diritto a vivere bene non a morire.
Tutto posso aspettarmi da alcuni  che si definiscono atei ma che purtroppo non sono liberi dall'odio e lo manifestano verso la Chiesa, ma ciò che non mi aspetto è un atteggiamento ostile da una persona che si definisce credente. Un comportamento a cui ho potuto rispondere ricordando che Caino è responsabile di Abele. Si, sarebbe più saggio a volte tacere se parlando si rischia di mettere legna sul fuoco per mettere al rogo uno che cerca di seguire Cristo e in ogni caso è sicuramente tuo fratello.

Certo è che oggi, asserire che la vita va rispettata fino alla fine, che la famiglia naturale è ciò di cui un bambino ha bisogno col padre e la madre e che Gesù nel tabernacolo è persona viva, sembra faccia scatenare guerre.

Ed allora, "a noi la battaglia a Dio la vittoria" ed in questo tempo è necessario affermare che 2+2 fa 4

Noi siamo responsabili anche degli altri per questo non possiamo tacere anche se sarebbe più facile.


venerdì 10 marzo 2017

Perdonare, sempre.

A volte perdonare
Significa soffrire
Ma soffrendo la gioia si trasforma in pace e sai perché?
Perché così facendo restiamo in armonia con noi stessi.
Infatti...
Siamo creati dall'Amore

                                Questa foto mi appartiene ma la bellezza va condivisa. Terry


sabato 4 marzo 2017

Medjugorje messaggio del 2 marzo 2017

"Cari figli, con amore materno, vengo ad aiutarvi per avere più amore. Ciò significa più fede.

Vengo ad aiutarvi a vivere, con amore, le parole di mio Figlio in modo che il mondo sia diverso. Per questo apostoli del mio amore, vi raccolgo intorno a me.

Guardatemi con il cuore.

Parlatemi, come ad una madre, dei vostri dolori, fatiche e gioie. Chiedete che io preghi mio Figlio per voi.
Mio Figlio è misericordioso e giusto.
Il mio cuore materno desidera che siate così anche voi. Il mio cuore materno desidera che voi, apostoli del mio amore, a tutti coloro che vi circondano, con la vostra vita, parliate di mio Figlio e di me, perché il mondo sia diverso, perché torni semplicità e purezza, perché torni fede e speranza.

Perciò figli miei, pregate, pregate, pregate con il cuore, pregate con amore, pregate con opere buone, pregate perché tutti conoscano mio Figlio, perché il mondo cambi, perché il mondo si salvi. Vivete con amore le parole di mio Figlio, non giudicate, ma amatevi gli uni e gli altri, perché il mio cuore possa trionfare. Vi ringrazio".

Grazie Madre Santissima, prega tuo Figlio per me, per noi.

domenica 26 febbraio 2017

Medjugorje messaggio 25 febbraio 2017

“Cari figli!

 Oggi vi invito a vivere profondamente la vostra fede e a pregare l'Altissimo affinché la rafforzi, 
cosicché i venti e le tempeste non possano spezzarla.
 Le radici della vostra fede siano la preghiera e la speranza nella vita eterna. 
Già adesso, figlioli, lavorate su voi stessi, in questo tempo di grazia nel quale Dio vi dona la grazia affinché attraverso la rinuncia e la chiamata alla conversione siate uomini dalla fede e dalla speranza limpide e perseveranti. 

Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

venerdì 3 febbraio 2017

Medjugorje messaggio del 2 febbraio 2017


“Cari figli, voi che cercate di presentare a mio Figlio ogni giorno della vostra vita, 

voi che provate a vivere con lui, 

voi che pregate e vi sacrificate, 

voi siete la speranza in questo mondo inquieto.
 Voi siete i raggi della luce di mio Figlio, un vangelo vivente, e siete i miei cari apostoli dell’amore. 

Mio Figlio è con voi. Egli è con coloro che pensano a lui, che pregano.
 Allo stesso modo, però, egli aspetta pazientemente quelli che non lo conoscono. 
Perciò voi, apostoli del mio amore, pregate col cuore e mostrate con le opere l’amore di mio Figlio. 
Questa è l’unica speranza per voi, ed anche la sola via verso la vita eterna. 

Io, come Madre, io sono qui con voi. 

Le vostre preghiere rivolte a me sono per me le più belle rose d’amore. Non posso non essere là dove sento profumo di rose. C’è speranza! Vi ringrazio”.


Grazie a te  Madre che ci ricordi  che noi camminiamo verso la vita eterna.

venerdì 27 gennaio 2017

Forse anche l'America tornerà ad essere cristiana

Trump è stato eletto, il popolo ha detto la sua, il popolo ha vinto come qui per il referendum e quello che dice il popolo andrebbe rispettato. Questa è democrazia. Ma...
A leggere e sentire i maggiori mezzi di comunicazione Trump sembrerebbe una minaccia per il mondo? Bene se devo giudicare mi baso sui  fatti e tra i suoi primi atti vedo del buono.
Prima su tutto sembra aver dichiarato battaglia alla guerra delle guerre:
L'aborto!
 Una guerra terribile contro innocenti,  negli ultimi decenni oltre un miliardo di aborti!!!
L'uccisione dei bambini che hanno diritto alla vita e di cui dovremmo essere custodi non è una libertà è un sopruso anche se viene fatto sembrare un diritto della donna. Questa è una menzogna che crea vittime, perché anche una madre che non sa quel che fa è vittima, poiché il suo cuore compie un gesto contro natura.

Quindi il primo atto di Trump io lo trovo buono e bello, cristiano.

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora dico che c'è speranza nonostante la grande menzogna e questa speranza sta nel cuore del popolo che ha guardato, vissuto e capito.

Ora basta.

C'è nel cuore dell'uomo il desiderio della bellezza.


martedì 3 gennaio 2017

La Russia cristiana

" in Portogallo Maria aveva annunciato la caduta del mondo nelle trame dei totalitarismi e aveva chiesto preghiere per la Russia. A Medjugorje la Madonna appare al di là della «cortina di ferro» e promette, fra le tante altre cose, che la Russia sarà il Paese dove la si onorerà di più. E Giovanni Paolo II consacra la Russia e il mondo al Cuore immacolato di Maria il 24 marzo 1984"




http://medjugorje.altervista.org/doc/papa/02-quandoaparlare.php

Il Paese ateo è divenuto il popolo che conserva i valori cristiani mentre l'Europa pare aver strappato le sue radici e sembra divenuto anti-cristiano.

Medjugorje, messaggio del 2 gennaio 2017

"Cari figli,

mio Figlio era sorgente di amore e di luce quando, sulla terra, parlava al popolo di tutti i popoli.

Apostoli miei, seguite la sua luce.

 Farlo non è facile: dovete essere piccoli, dovete farvi più piccoli degli altri e, con l’aiuto della fede, riempirvi del suo amore.

Senza fede, nessun uomo sulla terra può vivere un’esperienza miracolosa.

Io sono con voi, mi manifesto a voi con queste venute, con queste parole. Desidero testimoniarvi il mio amore e la mia cura materna. Figli miei, non perdete tempo facendo domande a cui non ricevete mai risposta: al termine del vostro percorso terreno, il Padre Celeste ve le darà.

Sappiate sempre che Dio sa tutto, Dio vede, Dio ama.

 Il mio amatissimo Figlio illumina le vite e dissipa le tenebre; ed il mio materno amore, che mi porta a voi, è indicibile, misterioso, ma reale. Io esprimo i miei sentimenti verso di voi: amore, comprensione e materno affetto.

A voi, apostoli miei, chiedo le vostre rose di preghiera, che devono essere le opere di misericordia: sono quelle le preghiere più care al mio Cuore materno. Le offro a mio Figlio, nato per voi. Egli vi guarda e vi ascolta. Noi vi siamo sempre vicini. Questo è un amore che chiama, unisce, converte, incoraggia e ricolma. Perciò, apostoli miei, amatevi sempre gli uni gli altri, ma soprattutto amate mio Figlio. Quella è l’unica via verso la salvezza, verso la vita eterna. Quella è la preghiera che mi è più cara, e che ricolma il mio Cuore del profumo di rose più soave. Pregate, pregate sempre per i vostri pastori, affinché abbiano la forza di essere la luce di mio Figlio. Vi ringrazio".

Messaggio in spagnolo:
Mensaje del 2 de enero de 2017 en Medjugorje.
“Queridos hijos, mi Hijo ha sido fuente de amor y de luz, cuando en la Tierra habló al pueblo de todos los pueblos. Apóstoles míos, sigan su luz. Esto no es fácil: deben ser pequeños, deben aprender a hacerse más pequeños que los otros, y con la ayuda de la fe, llenarse de Su amor. Ningún hombre en la tierra, sin fe, puede vivir una experiencia milagrosa. Yo estoy con ustedes; me manifiesto a ustedes con estas venidas, con estas palabras; deseo testimoniarles mi amor y mi preocupación maternal. Hijos míos, no pierdan el tiempo haciendo preguntas a las que nunca reciben respuesta: al final de su viaje terreno se las dará el Padre Celestial. Sepan siempre que Dios lo sabe todo, Dios ve y Dios ama. Mi amadísimo Hijo ilumina las vidas y dispersa la oscuridad; y mi amor materno, que me trae a ustedes, es indescriptible, misterioso, pero es real. Yo expreso mis sentimientos hacia ustedes: amor, comprensión y afecto maternal. De ustedes, apóstoles míos, busco las rosas de su oración, que deben ser obras de amor; estas son para mi Corazón maternal las oraciones más queridas, y yo se las presento a mi Hijo, que ha nacido por ustedes. Él los ve y los escucha; nosotros siempre estamos cerca de ustedes. Este es el amor que llama, une, convierte, alienta y llena. Por eso, apóstoles míos, ámense siempre los unos a los otros, pero, sobre todo, amen a mi Hijo: este es el único camino hacia la salvación y hacia la vida eterna. Esta es mi oración más querida que, con el perfume más hermoso de rosas, llena mi Corazón. Oren, oren siempre por sus pastores, para que tengan la fuerza de ser la luz de mi Hijo. ¡Les doy las gracias!”