venerdì 2 agosto 2019

Medjugorje messaggio 2 agosto 2019

Messaggio della Regina della Pace, 2 agosto 2019 - Medjugorje

“Cari figli, grande è l’amore di mio Figlio! Se conosceste la grandezza del suo amore, non smettereste di adorarlo e ringraziarlo. Lui è sempre vivo con voi nell’Eucaristia, poiché l’Eucaristia è il suo Cuore. L’Eucaristia è il cuore della fede. Egli non vi ha mai abbandonato: anche quando voi avete cercato di allontanarvi da lui, egli non si è allontanato da voi. Perciò il mio Cuore materno è felice quando vede che, colmi d’amore, ritornate a lui; quando io vedo che andate a lui sulla via della riconciliazione, dell’amore e della speranza. Il mio Cuore materno sa che, quando vi incamminate sulla via della fede, siete dei virgulti, dei germogli; ma, con la preghiera e il digiuno, sarete dei frutti, il mio fiore, gli apostoli del mio amore. Sarete portatori di luce e, con l’amore e la speranza, illuminerete tutti attorno a voi. Figli miei, come Madre vi prego: pregate, riflettete, meditate. Tutto ciò che vi accade di bello, di doloroso, di lieto e di santo fa sì che cresciate spiritualmente, che mio Figlio cresca in voi. Figli miei, abbandonatevi a lui, credete a lui, confidate nel suo amore: sia lui a guidarvi! L’Eucaristia sia il luogo in cui nutrite le vostre anime, per poi diffondere l’amore e la verità, testimoniare mio Figlio. Vi ringrazio!."




❤ è meraviglioso! Un abbraccio materno ed eterno. Una carezza Divina.
Grazie Madre.
Grazie Dio buono.

lunedì 29 luglio 2019

Lasciarsi stupire

Quando ero piccola sognavo una bella famiglia. 
Quando ero ragazzina, sognavo il principe azzurro. 
Quando ero ragazza, desideravo l'amore vero, grande! 
C'era un problema: Lo sognavo alto, bello, anzi altissimo, anzi bellissimo, insomma me l'ero idealizzato. Per chi mi conosce si stupirà di questa frivolezza del mondo, eppure è stato così ed ogni volta che trovavo il "mio principe azzurro" anche il più bello si trasformava in un ranocchio! 
Quel Principe invece era lì vicino ed il mio sguardo storto non lo vedeva!  
La sua bellezza umile come il pane. Ma Grazie a Dio il mio cuore batteva più forte della mente nel cercare casa e non un museo. Così una sera, l'incanto di una nevicata mi fece notare una cosa in lui ed in seguito capì che con lui mi sentivo come a casa! 

È vero che l'amore è un cammino o come una casa che si costruisce giorno per giorno ma dopo tanti anni di matrimonio (nozze di perla), lui è per me l'uomo più bello del mondo, il più ricco, il paradiso sulla terra! Il mio Gesù.



Lasciarsi stupire dal buon Dio significa trovare la parte più vera e profonda

giovedì 25 luglio 2019

Medjugorje messaggio 25 luglio 2019

Cari figli! La mia chiamata per voi è la preghiera. La preghiera sia per voi gioia e una corona che vi lega a Dio. Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti ed il peccato regnerà ma se siete miei, vincerete perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù.
Perciò figlioli, ritornate alla preghiera affinché la preghiera diventi vita per voi, di giorno e di notte. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

sabato 22 giugno 2019

Medjugorje messaggio 21 Giugno 2019

Cari figli, anche oggi desidero invitarvi in eodo particolare a rinnovare i miei messaggi. Vivete i miei messaggi, cari figli! Parlate meno dei messaggi, ma vivete di più i messaggi: parlate di meno e vivete di più! Cari figli, sono con voi da così tanto tempo, ed anche oggi desidero invitarvi: pregate per le mie intenzioni, per i miei piani che desidero realizzare sul mondo: in particolare piani di pace. Anche oggi, cari figli, desidero dirvi che prego per tutti voi, e che per tutti voi intercedo dinanzi a mio Figlio. Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata”.

domenica 2 giugno 2019

Medjugorje messaggio del 2 giugno 2019

#Medjugorje❤
Messaggio della Regina della Pace del 2 giugno 2019 alla veggente Mirjana:
“Cari figli, soltanto un cuore puro ed aperto farà sì che conosciate davvero mio Figlio, e che tutti quelli che non conoscono il suo amore lo conoscano per mezzo di voi. Solo l’amore farà sì che comprendiate che esso è più forte della morte, perché il vero amore ha vinto la morte ed ha fatto in modo che la morte non esista. Figli miei, il perdono è una forma eccelsa d’amore. Voi, come apostoli del mio amore, dovete pregare per essere forti nello spirito e poter comprendere e perdonare. Voi, come apostoli del mio amore, con la comprensione ed il perdono, date esempio d’amore e di misericordia. Riuscire a comprendere e perdonare è un dono per cui si deve pregare e di cui si deve aver cura. Col perdono voi mostrate di saper amare. Guardate, figli miei, come il Padre Celeste vi ama con un amore grande, con comprensione, perdono e giustizia. Come vi dà me, la Madre dei vostri cuori. Ed ecco: sono qui in mezzo a voi per benedirvi con la materna benedizione; per invitarvi alla preghiera e al digiuno; per dirvi di credere, di sperare, di perdonare, di pregare per i vostri pastori e soprattutto di amare senza limiti. Figli miei, seguitemi! La mia via è la via della pace e dell’amore, la via di mio Figlio. È la via che porta al trionfo del mio Cuore. Vi ringrazio!”

domenica 26 maggio 2019

Medjugorje messaggio del 25 maggio 2019

⭐ MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE
 A MARIJA DI MEDJUGORJE -
25 MAGGIO 2019⭐️

"Cari figli!

Per la Sua misericordia, Dio mi ha permesso di essere con voi, di istruirvi e di guidarvi verso il cammino della conversione.

Figlioli, tutti voi siete chiamati a pregare con tutto il cuore perché si realizzi il piano della salvezza per voi e tramite voi.

Siate coscienti figlioli, che la vita è breve e vi aspetta la vita eterna secondo i vostri meriti.

Perciò pregate, pregate, pregate per poter essere degni strumenti nelle mani di Dio.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

mercoledì 22 maggio 2019

Medjugorje messaggio

MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE A IVAN - 17 Maggio 2019

Cari figli, anche oggi vi invito in modo particolare: pregate per le mie intenzioni, per i miei piani che desidero realizzare con la mia venuta. Pregate specialmente per i pastori, per la Chiesa, per la fede forte dei sacerdoti. Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata.

mercoledì 8 maggio 2019

Medjugorje messaggio del 2 maggio 2019

Messaggio del 2 maggio 2019

 "Cari figli, con materno amore vi invito affinché con cuore puro ed aperto, con totale fiducia, rispondiate al grande amore di mio Figlio. Io conosco la grandezza del suo amore, io ho portato lui dentro di me, l’Ostia in cuore, la Luce e l’Amore del mondo. Figli miei, anche il mio rivolgermi a voi è un segno dell’amore e della tenerezza del Padre Celeste, un grande sorriso ricolmo dell’amore di mio Figlio, una chiamata alla vita eterna. Il Sangue di mio Figlio è stato versato per voi per amore. Quel Sangue prezioso è per la vostra salvezza, per la vita eterna. Il Padre Celeste ha creato l’uomo per la felicità eterna. Non è possibile che moriate, voi che conoscete l’amore di mio Figlio, voi che lo seguite. La vita ha vinto: mio Figlio è vivo! Perciò, figli miei, apostoli del mio amore, la preghiera vi mostri la strada, il modo di diffondere l’amore di mio Figlio nella forma più eccelsa. Figli miei, anche quando cercate di vivere le parole di mio Figlio, voi pregate. Quando amate le persone che incontrate, diffondete l’amore di mio Figlio. L’amore è quello che apre le porte del Paradiso. Figli miei, sin dall’inizio ho pregato per la Chiesa. Perciò invito anche voi, apostoli del mio amore, a pregare per la Chiesa ed i suoi ministri, per coloro che mio Figlio ha chiamato. Vi ringrazio!"

Nel mio piccolo vaso

Ci sono misteri che si vorrebbero tenere nascosti nell'intimo del cuore ma che invece è meglio condividere anche se faticosamente, perché le bontà e le bellezze sono come delle piccole luci che se offerte alla strada, possono aiutarci nel cammino. Quale migliore amicizia se non quella di donarci a vicenda,  donando noi quella piccola luce che siamo riusciti ad accogliere facendo spazio a Dio nel nostro cuore.
Nel mio piccolo vaso una scintilla d'immenso diviene come un fiume, chi potrà fermarlo? Solo Dio quando e come vorrà.
Poche o rare persone conoscono chi è Terry, una di queste è Don Antonio a cui ora chiedo di aiutarmi dal cielo.
Sono una donna, una sposa che nel suo amato vede in realtà il suo diletto che l'ama!  Per dono sono madre di un tesoro che custodisco nel cuore ogni giorno. Sono anche figlia, sorella, amica e catechista. Creatura nuova, eh sì... Perché si può rinascere a qualunque età e passare dall'ignoranza ad un cammino di conoscenza con chi ti ama già prima che fossi.
Non sono bravissima nello scrivere, anzi da qualche anno a causa di una malattia sono spesso stanca e confusa ma spero di riuscire a dare il senso. Don Antonio riusciva sempre a capire dietro le righe quasi a leggerti nel cuore...  ma spero di comunicarvi un senso, quello giusto.
Sono una creatura imperfetta ma che cammina o meglio cerca di camminare nella Via, nella Verità e nella Vita. La mia forza è il Signore! Chi se ne rende conto è soprattutto chi mi vive accanto, generalmente la mia malattia porta alla depressione, ed anche se ognuno di noi ha delle battaglie da affrontare, camminare col Signore significa avere una luce che fa compagnia e illumina anche gli angoli più bui. Dio buono e immenso! Meraviglioso Dio.
Si può mai offrire qualcosa a chi tutto ti dona? La vita è un dono immenso. Ti è mai capitato di piangere per un dono? Oh... A me si, quasi sempre. Eppure anche piangere mi fa venire dolori e quindi gli occhi brillano.
Come può sentirsi il deserto se gli cade qualche goccia d'acqua dal cielo? Penso che per esso sia un dono prezioso e immenso e forse da essa germoglierà un fiore, una pianta seppure con le spine, un'oasi.
Non importa cosa ma germoglia vita!

Diversi anni fa, non ricordo l'anno esatto, forse era un venerdì del 2011 ma ricordo l'ora erano  circa le tre del pomeriggio e mi trovavo con mia sorella mentre andavamo a trovare l'altra sorella,  ed io vista l'ora desiderai di entrare per salutare Gesù nel Tabernacolo e per portargli così anche mia sorella. Avvicinandomi al portone vidi che era chiuso, mi dispiacque ma del resto ero io fuori orario... Non feci in tempo a provare del tutto questo dispiacere che sentì un rumore e subito si spalancò il portone. Era il Sacerdote di Dio che io salutai con "buongiorno Padre!" E lui mi disse... Maria Teresa! Proprio te stavo cercando! Ho da farti una proposta: vuoi fare la catechista? La mia mente fece una veloce operazione umana e sbagliata: intrattenere bambini, qualcosa simile ad una baby sitter? Il mio unico bambino è mio figlio!!! Noooo risposi! No, no... E lui pur vedendomi così decisa mi rispose: facciamo una cosa, mi dai la risposta domenica dopo la Messa e se mi devi dire no me lo dirai Domenica! Ok, risposi io convinta di avere solo rimandato la ripetizione del mio no. Anche se non capivo perché dovessi attendere a domenica.
Eppure... Tra quel venerdì è quella domenica accaddero tante cose che erano dentro e risalivano pian piano su... Come acqua. Mi ricordai che poco tempo prima in preghiera desiderai avere dei bambini a cui insegnare a pregare fin da piccoli, perché io ho imparato tardi a sapere il significato del Santo Rosario e rivedevo l'immagine di me piccola, di mia nonna col Rosario in mano e di un libro nelle sue mani. Gli chiesi chi era e lei mi rispose: una Santa! Uno strano desiderio avvolse il mio cuore, tanto che quella bambina credette di sognare la Santa Madre quella notte ma non ebbe il coraggio di dire niente e si sentì in colpa.
Ecco... I frutti acerbi hanno bisogno di tempo e tu quanta pazienza hai avuto con me Buon Dio!
Eccoli lì... Ora i bambini che mi affidavo, non erano figli e neanche nipotini come avrei potuto idealizzare ma Tu... Rispondi sempre in modo da stupire e dire si a te, seppure io imperfetta, a te basta un si.
Poi... Risalì alla mente un sogno che feci anni prima ma che non capivo anche se lo tenevo nel cuore: sognai una classe piena di bambini ed io ero tra loro e Tu o Gesù... Tu eri al centro.
Questo mi tolse il fiato.... Capii che mi chiamavi, mi chiamavi attraverso quel Sacerdote.
Poi... Mi hai chiamato ancora a prendermi cura di altri bimbi di un'altra parrocchia. La mia prima risposta anche lì fu un no! È impossibile.
Ascoltare Dio non è facile ma nel desiderio di volerlo fare sopraggiunge il suo aiuto e nel cercare di fare la Sua volontà, la gioia!

Sono colma di gioia. Sono colma di Dio perché il Suo amore lo vivo ogni giorno in mio marito, in mio figlio, nei bambini, nei familiari... Nei pensieri che illumina d'immenso, nella fatica della mia malattia spesso velata da un sorriso e nascosta dalla stessa gioia.

Tutto è occasione d'amore.

Grazie

venerdì 26 aprile 2019

Messaggio Medjugorje 25 aprile 2019

⭐️⭐️  MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE
A MARIJA DI MEDJUGORJE  ⭐️⭐️

Cari figli!

Questo è tempo di grazia, tempo di misericordia per ciascuno di voi.
Figlioli, non permettete che il vento dell’odio e dell’inquietudine regni in voi e attorno a voi.
Voi, figlioli, siete invitati ad essere amore e preghiera.
Il diavolo vuole l’inquietudine e il disordine ma voi, figlioli, siate la gioia di Gesù Risorto il quale è morto e risorto per ciascuno di voi.
Lui ha vinto la morte per donarvi la vita, la vita eterna.
Perciò, figlioli, testimoniate e siate fieri di essere risorti in Lui.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

martedì 23 aprile 2019

Ciao Amicusplato

Carissimo amico mio, sei ritornato alla casa del Padre.
C'è un vuoto, un assenza che mi toglie il pensiero e mi ha dato lacrime.
Eppure... Sono certa che tu stai contemplando la bontà del Signore nella terra dei viventi.
Mi mancherai, tanto!
Ti ringrazio di aver fatto parte della mia vita, del mio cammino di fede e d'amicizia. Un Sacerdote meraviglioso, un uomo intelligente e misericordioso, forte e accogliente. Si... Una meraviglia di Dio che conserverò sempre nel mio cuore.

Sono certa che potrai vedermi anche ora da lassù.

Ti ho accompagnato con la preghiera e continuerò a farlo ma tu ora sarai tra le braccia dell'Altissimo, nella luce di Dio tra fiori meravigliosi, banchetti festosi e Messa celeste alzerai il Calice come un angelo tra angeli e...sarò io, saremo noi ad aver bisogno delle tue preghiere.
Grazie Don Antonio Bacci per tutta la tua bellezza e bontà che già da qui parlava di Dio.

Terry


Mi mancherai

giovedì 18 aprile 2019

Nuova creatura

"Maria allora, presa una libbra di olio profumato di vero nardo, assai prezioso, cosparse i piedi di Gesù e li asciugò con i suoi capelli e tutta la casa si riempì del profumo dell'unguento".

"Giuda Iscariota disse: Quanto mi volete dare perché ve lo consegni?"

Questi giorni mi sono soffermata su questi due atteggiamenti, diversi. Nel primo colgo la figura di un essere umano, donna, discepola che mette Dio ad di sopra di tutto, col suo atteggiamento esprime che la ricchezza dell'essere umano è Dio, niente è più grande di Lui che è la Via, la Verità e la Vita e lo si desidera più d'ogni altra cosa senza costruirsi un dio casereccio conforme alle proprie idee e vizi.
Mi  piace  guardare questo atteggiamento di Maria che cosparge olio "prezioso", si china verso i piedi Gesù mi  fa pensare ad un cuore che ha incontrato la grandezza  del Signore e... alla nostra personale piccolezza. Un cuore che capisce di aver bisogno di Gesù per vivere!  Ha bisogno di Gesù per camminare nella verità e alla luce. Ha bisogno di Gesù per essere amata e amare.
I suoi capelli mi parlano non solo di forza e della parte più alta di se stessa ma anche della femminilità. Oggi la donna si è allontanata da questa forza e fedeltà a se stessa, mentre io capisco che quando una donna segue Gesù che è la sua fonte... il suo tutto, il profumo riempie tutta la casa.
Si... La casa si riempie di profumo!

Spesso dico che la donna è il focolare domestico, la sua forza dà forza al suo uomo, che è già forte ma in modo diverso. La sua dolcezza e femminilità così profumata, accogliente come un vaso che si riempie, si svuota e si riempie , farà si che lei stessa in quanto sposa, scopra come me che il suo Gesù è  suo marito.
Proprio come tanti anni fa mi disse il mio Padre spirituale: Teresa il tuo Gesù è tuo marito.

E l'amore si incarna... Sempre in una continua creazione.

In Gv leggo "sei giorni prima della Pasqua..."  Questi sei giorni mi fanno venire in mente che il sesto giorno in Gn Dio crea l'uomo.
Quale essere umano scegliamo di essere: qui ci sono Maria e Giuda Iscariota, uno sceglie di mettere Dio al primo posto e crede alla sua misericordia;  uno...ha posto altro al primo posto e forse non ha creduto che Dio potesse perdonarlo.


Grazie Gesù perché nonostante i miei errori mi hai fatta come una nuova creatura, una nuova donna che profuma cercando di accogliere amore nel suo piccolo vaso e di donarlo, nonostante la mia piccolezza c'è la tua grandezza su cui contare sempre.

martedì 9 aprile 2019

Un amore che cresce

Oggi questo piccolo e indifeso uccellino è probabilmente caduto dal suo nido, amo questi piccoli esseri che ci dona Dio, ed essi gioiosi cantano rendendo questa terra un'oasi di bellezza che richiama la bellezza e la bontà dell'amore di Dio per noi.
Avrei voluto accarezzarlo ma non l'ho fatto per rispetto e prudenza. Non volevo che il mio odore fosse motivo di abbandono da parte della madre.

Oggi io e il mio sposo abbiamo fatto 31 anni di matrimonio. Ci amiamo come il primo giorno? Nooo... Aveva ragione il Sacerdote che ci sposò quando disse: "pensate che questo sia il giorno in cui vi amate tanto? e invece no... Questo è il giorno in cui vi amate meno. "
Fu una profezia? Un augurio? Meraviglioso Sacerdote quanto avevi ragione! Il nostro amore è cresciuto ma come tu stesso avevi detto, ha attraversato il dolore. Anzi direi... il deserto dove sembrava non esserci più vita per quest'amore!
È mancato il vino come alle nozze di Cana.
La natura insegna: guardiamo l'inverno, l'albero da frutto non ha frutti, non ha fiori e neanche foglie ma se si guarda attentamente c'è la vita nascosta in quel ramo che appare morto ma è invece in attesa di un tempo migliore per mostrare una nuova fioritura e bellezza.
Pazienza e desidero di unità sono ingredienti giusti per una freccia carica di preghiera verso Dio, fosse pure un urlo! Urla. Lui ascolta.
La Madre Santa intercede per gli sposi e un vino nuovo, migliore del primo viene donato. Grazie Gesù.

È finito qui? Siamo già in Paradiso? No... Siamo contadini che lavorano e si prendono cura faticosamente di questa vita insieme. In si e me... Insieme con lui, si! io sono con lui e voglio stare, restare col mio sposo ma ora noi due siamo con Lui. Lo Spirito di Dio è in mezzo a noi. Fa tutto Lui? No... Ci rende partecipi della creazione e ancora soffia e noi lavoriamo e ci riposiamo ma soprattutto cerchiamo d'imparare ancora a conoscerci, dialogando, aprendo così il cuore e facendo tutto insieme.

Ad una ragazza, ad una donna direi solo questo: apri il tuo cuore e dialoga col tuo ragazzo o sposo, non andare da un'amica è lui che deve conoscerti fino in fondo, se c'è un dono meraviglioso che Dio ci ha fatto è proprio il dono della parola. Usala con lui perché non ti serve a niente andare da un'amica a parlare di una cosa che riguarda te e lui, serve a lui sapere quel che magari neanche immaginare, oppure serve per conoscersi. L'essere umano  è un mistero fatto di tante piccole fragilità che dobbiamo imparare a conoscere e a far conoscere.

Ama... Ama e ama. Dai l'amore che desideri ricevere, forse scoprirai come me, alla mia età, che non sai amare ma sei immensamente amata. Amata così tanto da sentirti una regina. Amata così tanto da piangere di gioia.

Eppure sono ancora qui sulla terra, fatico!  ma il profumo del paradiso è giunto nella nostra casa che ancora non è finita...


La foto è di proprietà del mio amato sposo.


domenica 7 aprile 2019

Gesù scrive per terra

Un gesto misterioso che però mi fa pensare a Dio che scrive la legge dell'amore sulla terra.

Questa volta, sulla terra, è

Il dito stesso di Dio

Che scrive.



Poi c'è la nostra povertà su cui Dio stesso si china, la tocca, la vede più di qualunque altro eppure... L'incontro tra la nostra miseria e la Misericordia nn è condanna ma nuova vita che ci fa camminare seguendo Lui.
"Va' e non peccare più"


martedì 2 aprile 2019

Medjugorje messaggio del 2 aprile 2019

Cari figli,
come Madre che conosce i suoi figli, so che anelate per mio Figlio, so che anelate alla verità, all’amore e a tutto ciò che è puro e non ingannevole.
Perciò io come Madre, per mezzo dell’amore di Dio, mi rivolgo a voi e vi invito: pregate con il cuore puro e attento affinchè da voi stessi conosciate mio Figlio, il suo Amore e il suo Cuore Misericordioso.
Mio Figlio vedeva la bellezza in tutte le cose. Lui cerca il bene in ogni anima, anche ciò che è più nascosto per poter perdonare il male. Perciò figli miei, apostoli del mio amore, vi invito a donarlo, ringraziarlo incessantemente e di essere belli. Perchè Lui parlava delle parole divine, le parole che sono per tutti e per sempre.
 Perciò figli miei vivete con gioia con serenità, in unione e amore reciproco. Questo è ciò che oggi necessita nel mondo, così sarete apostoli del mio amore, così potrete testimoniare mio Figlio nel modo giusto.

Vi ringrazio

giovedì 21 marzo 2019

Senza paure e senza muri ma in movimento con l'abbraccio.

Il buon Pastore che esce a cercare le pecore smarrite non dimentica le altre del recinto anzi le porta con sé nel cuore, mentre è in uscita. Esso stesso è accompagnato da loro perchè nell'attesa pregano e cantano preparando il cuore alla festa dell'abbraccio, affinché sia gioia per tutti!
Lo stesso recinto che accoglie è come un ulteriore abbraccio che attende e si estende amorevolmente come un abbraccio infinito! Ma... le pecore che scelgono di stare fuori lo vedono come una chiusura!

Il pastore è uscito alla ricerca! sono tante le smarrite e c'è tanta confusione da far sembrare l'anarchia la vera libertà e il  recinto la chiusura.
 Il pastore amorevole cerca, chiama e consola ma non smette di avere due occhi che uniscono e non dividono le une dalle altre, così come è importante il valore di chi cerca e il valore di chi attende... È armonia! Se invece perde il profumo delle pecore del recinto e tiene un  solo sguardo sulle voci del mondo,  confonderà anch'egli il recinto per una chiusura e le pecore in esso chiuse!

Che tragedia perdere un pastore prezioso e soprattutto sentirsi traditi nella realtà.
Lo stupore è che la forza della Via, della Verità e della Vita fa cantare e pregare più forte verso il cielo le pecore del recinto accusate di essere chiuse, ed ognuna di esse come sale nel mondo è pronta a dissolversi per dare al mondo il sapore ricevuto.

Mi domando se mai come oggi i cristiani sono tanto attaccati dal mondo o forse...oggi si avvicina il ritorno ed il tempo è simile a quello dei primi cristiani?

sabato 2 febbraio 2019

Medjugorje messaggio del 2 febbraio 2019

Cari figli, 
l’amore e la bontà del Padre Celeste danno delle rivelazioni che fanno sì che la fede cresca, venga spiegata, porti pace, sicurezza e speranza. Così anch’io, figli miei, per l’amore misericordioso del Padre Celeste, vi mostro sempre di nuovo la via a mio Figlio, all’eterna salvezza; purtroppo, però, molti miei figli non vogliono ascoltarmi. Molti miei figli esitano. Ma io, io, nel tempo ed oltre il tempo, ho sempre magnificato il Signore per tutto quello che ha fatto in me e per mezzo di me. Mio Figlio si dà a voi, spezza il pane con voi, vi dice parole di vita eterna perché le portiate a tutti. E voi, figli miei, apostoli del mio amore, di cosa avete paura, se mio Figlio è con voi? Mostrategli le vostre anime, affinché egli possa essere in esse e possa rendervi strumenti di fede, strumenti d’amore. Figli miei, vivete il Vangelo, vivete l’amore misericordioso verso il prossimo; ma soprattutto vivete l’amore verso il Padre Celeste. Figli miei, non siete uniti per caso. Il Padre Celeste non unisce nessuno per caso. Mio Figlio parla alle vostre anime, io vi parlo al cuore. Come Madre vi dico: incamminatevi con me! Amatevi gli uni gli altri, testimoniate! Non dovete temere di difendere col vostro esempio la verità, la Parola di Dio, che è eterna e non cambia mai. Figli miei, chi opera nella luce dell’amore misericordioso e della verità, è sempre aiutato dal Cielo e non è solo. Apostoli del mio amore, vi riconoscano sempre fra tutti gli altri per il vostro nascondimento, l’amore e la serenità. Io sono con voi. Vi ringrazio.

mercoledì 30 gennaio 2019

Inquietudine d'amore

Tu che sei l'amore
Feriscimi!
Così come la mano sapiente
dell'agricoltore
che ama la sua terra e
Con la sua vanga
Riesce a ferire la sua durezza,
Entra ed aiutami!
È la stessa terra
Che ti chiede ciò per cui è creata!
Spacca la mia durezza
Rendimi accogliente
Posa i tuoi semi di grazia,
Feriscimi Amore!
Voglio la mia terra ancor più profonda
Seppur si senta ferita,
rifiutata
amata, amata e amata.


martedì 22 gennaio 2019

Amicizie che restano per sempre

Tanti anni fa, forse dieci undici, entrai su un sito di informazione (editoria sociale),  leggevo tante notizie ed alcune ne postavo. Devo dire che mi è stato molto utile! Inoltre ho imparato pian piano a conoscere le persone dietro un solo nome, uno schermo! anche se, per me imparare è una cosa ardua! però non scorderò mai la grandezza che emanava un utente dal nome Amicusplato! Ma non per il nome di cui non conoscevo neanche il significato, ma perché ogni volta che occasionalmente mi capitava di leggere i suoi commenti o i suoi post, mi dava un senso di forza e luce insieme,  che emanavano da lui.   Provai per lui una forma di rispetto così grande che neanch'io sapevo spiegarmi.
Nel tempo si creò un gruppo di cattolici, poi c'erano degli evangelici  ed altri... Chi si occupava di postare scienza, chi politica, chi cultura, io soprattutto fede.  Un punto in comune era cercare di rispettarsi nonostante le differenze ma c'erano le eccezioni.
La particolarità di Amicus era rispondere sempre con rispetto e tanta, tanta cultura.
Nel tempo feci amicizia con lui e dopo un bel po' capii che quella mia sensazione era stata giusta: lui era un uomo tutto di Dio. Era sorprendente come la mia anima lo avesse capito ancora prima di me! Certe cose non si possono proprio spiegare.
Erano bei tempi, c'erano medici, giornalisti e persone comuni come me; c'era musica, arte e notizie.
Purtroppo col tempo arrivarono degli atei senza rispetto per i credenti e con fare provocatorio e presuntuoso deridevano e mancavano di rispetto anche verso l'umano. Accadde anche verso di me ma soprattutto verso Amicus, forse l'irrispettoso aveva una spinta di invidia o cecità?
Mah... Posso solo pensare che Quando si è al buio, tanta luce può infastidire.
Amicus lasciò il sito e dopo poco anch'io.
Ciò che accadeva nel sito ne erano a conoscenza anche a casa, tanto che il suo nome era stimato anche dalla famiglia. La nostra amicizia è rimasta nel mio cuore così come da anni lo tengo nelle preghiere. Gli voglio bene, si.
Questa figura è per me importante, ricordo quando mi insegnò a fare la lectio divina e tanto altro.
Pane!
Si, è una figura che nella mia vita ha contribuito a darmi del Pane per l'anima!
Un periodo per me particolare! Grazie Padre! Perché un padre è anche colui che prende per mano la tua anima per incontrare meglio e sempre di più Dio!

Avrei tanto voluto abbracciarlo di persona ma... Questo è un modo per farlo sperando mi possa leggere.

Ti voglio bene! Lo sai ^_^ ma sono certa che il tuo cuore è grande anche se ti ho visto dietro un nickname. Grazie Amicusplato

Terry