mercoledì 12 febbraio 2014

Tra il freddo, il vento e tanta pioggia

Era lì...


Tra i rami spogli e scuri dell'inverno
colorata più che mai come una farfalla splendente
i tuoi petali stranamente aperti
col mio numero preferito
ti ho colto
ringraziando te che ti volgi come un dono verso il cielo
ringraziando il cielo che ti dona qui sulla terra
in un tempo freddo
ti ho colto
evitando che il forte e gelido vento
ti strappasse quei petali aperti come ali.


Santa giornata
imparando a vedere la bellezza di quanto siamo amati, sempre,
 attraverso gli altri,
 attraverso la vita stessa,
 di ogni giorno,
tra le cose più... "piccole"

lunedì 3 febbraio 2014

Fare la Tua volontà è la mia gioia!

- «Va’ nella tua casa, dai tuoi, annuncia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la misericordia che ha avuto per te».

 Egli se ne andò e si mise a proclamare per la Decàpoli quello che Gesù aveva fatto per lui e tutti erano meravigliati. -



Dalle  meravigliose letture del giorno: secondo libro di Samuele, Salmo e Vangelo traggo bellezza, consolazione, forza e gioia ma anche tanta luce...

Stare nelle braccia del Signore non deve inorgoglirmi e per quanto non sembri, c'è sempre in me questa tentazione. 
La gioia immensa del suo amore, della sua bellezza del suo essere con me in me è si un canto, una danza di gioia ma nella mia povertà rischio sempre di avvicinarmi troppo al bordo della strada, così la sua misericordia che è sempre viva,
come una piantina che cresce ma non come penso io, ma cresce in altro modo
 e i suoi rami sono come
quelli di un salice piangente che arrivano giù... giù,  fino a terra per sollevarmi e vedo con quanta umiltà
toccano terra, verso me.

Questo chinare il mio capo è un'ulteriore grazia!

Il nostro Dio vive davvero in mezzo a noi, con noi, in noi.

cerchiamo di viverlo, cerchiamo sempre di donare agli altri il meglio di noi, portiamo pazienza per i difetti altrui perché anche gli altri ne dovranno portare per i nostri...
portiamo pazienza, quando l'altro sembra non capire e mettiamo tutto nelle mani di Dio.

Egli ci dice: "«Va’ nella tua casa, dai tuoi»
Ecco, questi sono i nostri,  i più vicini, quelli che Dio ci ha donato: la famiglia. 

Oggi si usa tanto internet e spesso vedo come la parola tesoro o amore viene quasi abusata e penso
a quanto sia facile amare chi è lontano e magari vicino abbiamo un fratello, una sorella che non solo ti abbraccia e ti dice quanto sei bello e importante ma fa anche delle cose per te, piccole cose ma piene d'amore a cui però non hai mai detto: tesoro. 

L'amore è come una sorgente che si versa su un vaso...

e da lì, trabocca, sempre.

Nessun vaso per quanto grande lo può contenere, perché l'amore è libero
ed è dono
per tutti.

domenica 2 febbraio 2014

Medjugorje messaggio del 2 febbraio 2014

Cari figli, con materno amore desidero insegnarvi l’onestà affinché nel vostro operare come miei apostoli, diventiate corretti, decisi e sopratutto sinceri. Desidero che, per grazia di Dio, siate aperti alla benedizione. Desidero che, con il digiuno e la preghiera, otteniate, dal Padre Celeste, la consapevolezza di ciò che è naturale, santo e divino. Colmi di consapevolezza, sotto la protezione di mio Figlio e mia, sarete miei apostoli che sapranno diffondere la parola di Dio a tutti coloro che non la conoscono e saprete superare tutti gli ostacoli che troverete sulla vostra strada. Figli miei, attraverso la benedizione, la grazia di Dio scenderà su di voi, la potrete conservare con il digiuno e la preghiera, con la purificazione e la riconciliazione: avrete così l’efficienza che vi chiedo. Pregate per i vostri pastori affinché il raggio della grazia di Dio illumini la loro strada. Vi ringrazio.