giovedì 29 novembre 2012

Dio attraverso il creato

“ E dissi a tutti gli esseri che circondano le porte del mio corpo: "Parlatemi del mio Dio; se non lo siete voi, ditemi qualcosa di lui": ed essi esclamarono a gran voce: "È lui che ci fece". 
  Interrogai il mare, i suoi abissi e i rettili con anime vive; e mi risposero: "Non siamo noi il tuo Dio; cerca sopra di noi" (S. Agostino)

Contemplando questa bellezza si può non guardare in alto?

Si può non cercarlo in mezzo a noi? Così gli amici che ti donano la loro bellezza, il calore del loro cuore e condividono con te la sapienza che loro hanno accolto, anche questo è dono...

Domenica inizia il il periodo di Avvento, il sacerdote si veste di viola che significa: attesa. -Prepariamoci - ad accogliere Gesù in noi, come se il nostro cuore fosse una culla, la Sua culla. 
Così dal nostro cuore, dal nostro viso, dalle nostre parole e azioni, anche gli altri potranno sentire il gusto del divino.
Si può, non cercarlo in noi?
Io ho un bisogno assoluto di Lui, lo cerco continuamente, lo trovo sempre ma nelle mie debolezze, nelle mie fragilità, nei miei limiti lo trovo ancora di più, perchè il Suo Amore è immenso.

Ricordo a quanti vorranno che quando arriva un'ospite prezioso e atteso, si cerca di pulire casa. In questo caso è il Sacramento della Confessione, quello della pace nel cuore.

lunedì 26 novembre 2012

Medjugorje messaggio della Madonna 25 novembre 2012

MESSAGGIO DA MEDJUGORJE DEL 25 NOVEMBRE 2012 

 "Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito tutti a rinnovare la preghiera. Apritevi alla Santa confessione perchè ognuno di voi accetti col cuore la mia chiamata. Io sono con voi e vi proteggo dall' abisso del peccato e voi dovete aprirvi alla via della conversione e della santità perchè il vostro cuore arda d'amore per Dio. DateGli il tempo e Lui si donerà a voi, e così nella volontà di Dio scoprirete l'amore e la gioia della vita. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.” 


  messaggio Medjugorje del 25 novembre 2012 english - francais - deutsch - espanol - croata - portugues
----------------------------------
 Message, 25. November 2012
“Dear children! In this time of grace, I call all of you to renew prayer. Open yourselves to Holy Confession so that each of you may accept my call with the whole heart. I am with you and I protect you from the ruin of sin, but you must open yourselves to the way of conversion and holiness, that your heart may burn out of love for God. Give Him time and He will give Himself to you and thus, in the will of God, you will discover the love and the joy of living. Thank you for having responded to my call.”
-----------------------------
 Message, 25. novembre 2012
« Chers enfants, en ce temps de grâce, je vous invite tous à renouveler la prière. Ouvrez-vous à la sainte confession et à la sainteté afin que chacun de vous accueille mon appel de tout son coeur. Je suis avec vous et je vous protège de l’abîme du péché ; mais vous devez vous ouvrir au chemin de la conversion et de la sainteté pour que votre coeur brûle d’amour pour Dieu. Donnez-lui du temps et il se donnera à vous ; et ainsi dans la volonté de Dieu, vous découvrirez l’amour et la joie de vivre. Merci d’avoir répondu à mon appel.»
------------------------------
Botschaft, 25. November 2012
„Liebe Kinder! In dieser Gnadenzeit rufe ich euch alle auf, das Gebet zu erneuern. Öffnet euch der heiligen Beichte, damit jeder von euch mit ganzem Herzen meinen Ruf animmt. Ich bin mit euch und schütze euch von der Verderbnis der Sünden, ihr aber müsst euch dem Weg der Bekehrung und der Heiligkeit  öffnen, damit euer Herz aus Liebe zu Gott brennt. Gebt Ihm Zeit und Er wird sich euch schenken und so werdet ihr im Willen Gottes die Liebe und die Freude des Lebens entdecken. Danke dass ihr meinem Ruf gefolgt seid!“
-------------------------------
Mensaje, 25. noviembre 2012
“¡Queridos hijos! En este tiempo de gracia, los invito a todos ustedes a renovar la oración. Abranse a la Santa Confesión, para que cada uno de ustedes pueda aceptar mi llamada con todo el corazón. Yo estoy con ustedes y los protejo de la perdición del pecado, y ustedes deben abrirse al camino de la conversión y de la santidad, para que vuestro corazón arda de amor por Dios. ConcédanLe tiempo, y El se donará a ustedes, y así, en la voluntad de Dios, podrán descubrir el amor y la alegría de vivir. Gracias por haber respondido a mi llamado.”
-------------------------------
Poruka, 25. studeni 2012
„Draga djeco! U ovom milosnom vremenu sve vas pozivam da obnovite molitvu. Otvorite se svetoj ispovijedi da bi svaki od vas prihvatio svim srcem moj poziv. Ja sam s vama i štitim vas od propasti grijeha a vi se morate otvoriti  putu obraćenja i svetosti, da bi vaše srce gorilo iz ljubavi prema Bogu. Dajte mu vremena i On će vam se darovati,  i tako ćete u volji Božjoj otkriti ljubav i radost življenja. Hvala vam što ste se odazvali mome pozivu.“
--------------------------------------

MENSAGEM 25 DE NOVEMBRO DE 2012
Queridos filhos! Neste tempo de graça, convido todos vocês a renovarem a oração. Abram-se à Santa Confissão para que cada um de vocês possa aceitar o meu chamado com todo o coração. Eu estou com vocês e os protejo da ruína do pecado, mas vocês devem se abrir ao caminho da conversão e da santidade, para que seu coração possa se abrasar de amor a Deus. Dêem-Lhe tempo e Ele dar-se-á a vocês e assim, na Vontade de Deus, poderão descobrir o amor e a alegria de viver.
Obrigada por terem respondido ao meu chamado.

domenica 25 novembre 2012

"La musica voce dell'anima"

GESU' MIA GIOIA

 

«E Dio vide che era cosa buona»

                                " Se l'uomo non è in pace con Dio, la terra stessa non è in pace "
Nel titolo del post ho inserito una frase dalla Genesi che ricorda al mio cuore lo sguardo di Dio sul Creato.

Quanta bellezza... spesso mi soffermo a contemplare ciò che mi parla del Suo Amore ma questo accade anche con le persone che incontro o che amo, c'è sempre una bellezza da cercare e di cui stupirsi, a volte si nasconde, magari con le persone più vicine... per stupire ancora di più quando quella luce toccherà il tuo cuore.

- L'uomo è capace di bellezza, è capace di Dio -,  quindi non è predestinato al male ma nella sua libertà sceglie l'appartenenza così mi viene in mente Caino e... Abele:
 «Abele era pastore di greggi e Caino lavoratore del suolo. Dopo un certo tempo, Caino offrì frutti del suolo in sacrificio al Signore; anche Abele offrì primogeniti del suo gregge e il loro grasso. Il Signore gradì Abele e la sua offerta, ma non gradì Caino e la sua offerta.
 Nel rileggere il racconto potrei chiedermi del perchè  il Signore preferisse i doni di Abele ma Lui è l'unico che conosce le profondità del cuore. Potrei però riflettere sul fatto che Abele gli offre ciò che di meglio ha... se penso ai primogeniti, al grasso...Un gesto d'amore. Si mi parla di un gesto d'amore.
 Caino è irritato, e ha il volto «abbattuto» e purtroppo lascia il suo cuore in balia dell'ira «Verso di te è la sua bramosia, ma tu dominala!» e anzichè dominarla, uccide il fratello.

Suona alta la frase di Dio a Caino: 

                               «Che hai fatto?»
Sembra il richiamo alla coscienza; ascoltare la coscienza comporta responsabilità e a volte l'uomo preferisce la strada più facile: quella di mentire ma questo continua a portarci lontano da Dio, a dividerci.  
Caino, lascia entrare in lui il male. "la morte è entrata nel mondo per invidia del diavolo; e ne fanno esperienza coloro che gli appartengono". 

Dio ha creato tutte le cose buone, compresi noi, non lasciamo entrare il buio nel nostro cuore e se senza capire glielo abbiamo permesso, chiediamoci cosa abbiamo fatto, lasciamoci interrogare e lasciamo il buio, non  apparteniamogli! Il Signore ha manifestato da sempre la Sua infinita misericordia con noi.
Allontanarsi da Dio, non avere fiducia in Lui, credere di essere autosufficienti ci ha ad allontanato da Lui.: Adamo ed Eva. Essi si mettono in dialogo col menzognero... 
Così, Caino mi appare lontano nel cuore da Dio... si lascia tentare dall'invidia, cade; manca di rispetto alla vita e sembra non voglia sentire la sua coscienza. Ma il Signore gli chiede:
 «Che hai fatto?»

 Prendiamo coscienza del nostro agire, dei nostri pensieri e di ciò che nel profondo ci muove... Cerchiamo l'aiuto di Dio per avere il suo sguardo su noi, sul mondo.
Il combattimento spirituale!
Da dove giunge il mio aiuto? Dal Re dell'Amore, Colui che è... l'Alfa e l'Omega, Colui che dice: "il mio regno non è di questo mondo" e Pilato ancora gli domanda: - Dunque tu sei re? - e Gesù risponde: "Tu lo dici: io sono re". 
Anche io Signore te lo dico: Tu sei Re! Re del mio cuore, venga il Signore nel mio cuore, venga il suo regno d'amore qui sulla terra, insegnami ad amare! 

La cosa bellissima e meravigliosa è che noi possiamo far entrare il bene, anzi siamo stati creati dal bene per il bene e non importa se  abbiamo uno o dieci talenti,  importa invece usare ciò che abbiamo con amore e per amore. Dietro ad un solo talento c'è un gesto immenso d'amore per ognuno di noi ed è guardando a quest'amore che impariamo, questo è già impegnativo, perchè dunque guardare all'altro e ai suoi talenti? 
Se non riusciamo a guardare ciò che ci sta vicino come facciamo a vedere ciò che ci è lontano?  
Questo mi pone anche, in un cammino di accoglienza verso l'altro.

Qualunque cosa accada nella nostra vita, anche se gli inferi sembrano scatenarsi contro, guardiamo a Gesù, guardiamo alla prima discepola dell'Amore: Maria.

"Il volto del Signore in colui che cerca la pace"

 
 

venerdì 23 novembre 2012

Tempio di Dio

Il Tuo sacerdote è come un Angelo
che mi dona
la Tua grandezza
che si fa piccola per me.

La Tua Parola Signore
è nutrimento
e quanto più ne ho desiderio
più... ne ho fame!

Così, come nell'Eucaristia
riempi la mia bocca
di dolcezza
che non conosco.

Sei Tu, la mia vita e la mia forza
e nessuna amarezza
che voglia toccare le mie viscere
mi separerà dalla Tua dolcezza
e dalla preghiera

Tu, sei dono.

Aiutami ad ascoltare e ad accogliere, fammi tempio del Tuo Amore.

Veni Sancte Spiritus

« Spirito Santo », tale è il nome proprio di colui che noi adoriamo e glorifichiamo con il Padre e il Figlio. La Chiesa lo ha ricevuto dal Signore e lo professa nel Battesimo dei suoi nuovi figli.
Il termine « Spirito » traduce il termine ebraico Ruah, che nel suo senso primario significa soffio, aria, vento. Gesù utilizza proprio l'immagine sensibile del vento per suggerire a Nicodemo la novità trascendente di colui che è il Soffio di Dio, lo Spirito divino in persona 

Leggendo dal CCC ho potuto copiare e incollare quanto sopra e sempre mi stupisco, mi meraviglio per le bellezze che mi vengono offerte.


La particolarità che vorrei dire riguarda  una persona giovanissima, che nel dolore cercò Dio e poi... in cammino come figlio alla ricerca del Padre. Una notte partecipcò ad un'Adorazione, la prima Adorazione. Fù lì che... con parole che non possono spiegare l'attimo vissuto ,"qualcosa" - abbracciò-  il suo cuore, tutta la sua persona. Sentì un Vento... lo sentì in modo vero ma particolare, una realtà inesprimibile. Quel vento leggero che con la sua forza, lo avvolse e parlò al suo cuore. 
Col tempo, lessi di Elia .

Col tempo imparo sempre più a riflettere sul modo originale con cui Dio parla ad ogni cuore, poichè nel mio ne ho fatto incontro come il tocco del fuoco.


Prego sempre lo Spirito del Signore, mi rivolgo a Lui anche per aiutarmi a pregare, gli chiedo aiuto per i miei pensieri e per unirmi a Gesù Eucaristia.


Vieni Santo Spirito, vieni

mentre la Madre mi aiuta ad aprire il mio cuore come un fiore,
Tu, sii il mio sole

mercoledì 21 novembre 2012

L'amore sa aspettare

Forse sembrerà incredibile far capire certi valori, ma la spiegazione data in questo filmato l'ho trovata molto realistica e bella.

Vale la pena di sedersi e... guardare.


sabato 17 novembre 2012

Riflessioni sul dolore

Il dolore è come una spina che ti tocca nel profondo e questo fatto potrebbe avere una reazione istintiva, anche se apparentemente ragionata:
costruirsi un muro, capace di proteggere dalle ferite per così  non lasciarsi toccare nel profondo e camminare "libero"... "andando avanti".

Ecco... credo invece, che questo sia un fuggire dall'amore, dalla vita stessa anche se, apparentemente, quell'andare avanti, potrebbe sembrare proprio un vivere!

Anche in questo guardo al Maestro. Lui secondo me, insegna ad entrare nella vita, a viverla per amare, con amore e nell'amore. Questo a volte può far male e farci incontrare il dolore ma anche il dolore va affrontato, accolto e superato. E' vero, non è facile accogliere e superare ma anche per un neonato non è facile imparare a respirare, mangiare, camminare, cadere, correre, staccarsi dalla mamma pur sentendola accanto, restandole accanto. Crescere insieme ma nel contempo crescere come essere unico e individuo singolo. Questo però non comporta divisione. L'amore aiuta,  fa crescere, l'amore ci nutre e ci dona forza.
Mentre la paura non ci aiuta, nell'amore  ti immergi o ne stai fuori, perchè bagnarsi i piedi... ci fa restare fuori e soli.
Ci vuole forza è vero, anche per nuotare ce ne vuole.

Quando un ragazzo o ragazza s'innamora e poi rimane ferito, deluso e solo potrebbe arrivare a fare l'equivalenza del - non m'innamoro - evito - x non soffrire. Ma la vita regge sull'Amore, vive nell'Amore.

Da dove giunge il mio aiuto?

Dal Signore!
Il Maestro stesso insegna.  Che cosa insegna? "La preghiera". Gesù prega sempre, prega quando deve scegliere gli apostoli, prega con loro, prega da solo in intimità col Padre. La preghiera è dunque necessaria, Lui stesso parla della:

necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai (Lc 18,1-8)

Pregare con cuore aperto significa incontrare la nostra profondità che è Amore di Dio.
Pregare è incontrare il Signore, stare in intimità con Lui e se in Lui regge l'universo, non reggerà me? Non mi darà la forza per amare, per vivere con amore e per amore? Ma anche qui c'è la nostra risposta libera. La nostra risposta alla conoscenza dell'amore, anche se talvolta implica dolore.

Ma Dio ha temuto d'amarci?
e noi... come creature ed ancor più come figli potremmo mai vivere sottraendoci all'amore? dunque... armiamoci d'amore per vivere nell'amore:

lasciamoci amare

solo così non avremo paura

dell'amore.

se dall'Amore siamo discesi e all'Amore dobbiamo ritornare, come... dovrò riempire quel tempo di attesa? 

lunedì 12 novembre 2012

Gesù nel cuore


A VOLTE SI SBAGLIA...
Si sbaglia per rabbia,
per amore,per gelosia.
Si sbaglia per imparare.
Imparare a non ripetere mai certi sbagli.
 Si sbaglia per poter chiedere scusa,
 per poter ammettere di aver sbagliato.
Si sbaglia per crescere e per maturare.
Si sbaglia perchè non si è perfetti...
(Bob Marley)

Tempo fa ho letto che Bob Marley è divenuto cristiano poco prima di morire e leggendo questa sua frase ho pensato che Gesù si fa sempre sentire nel cuore, bussa e ci sussurra l'amore. Il suo amore 
Se gli apriamo la porta ed accogliamo la Sua Parola, sentiremo anche dirci: "seguimi".

Un'anima di sentimenti delicati ringrazia Dio per ogni cosa.


Un'anima di sentimenti delicati
ringrazia Dio per ogni cosa.

Da ogni cosa ricava profitto

e rivolge a Dio ogni lode.

Confida in Lui e non s'impressiona

quando viene il tempo della prova.

 
(Santa Faustina)

martedì 6 novembre 2012

Ascolto e intimità

La bellezza della preghiera è una luce che non mi appartiene ma che accolgo o meglio cerco di accogliere.

La gioia della preghiera è incontro, ascolto ma anche crescita e forza.

Ho conosciuto tardi il Santo Rosario, lo vedevo tra le mani di mia nonna e la guardavo...

Tante volte mi sono domandata perchè non me lo abbia insegnato. Trovo sia giusto far conoscere ai bambini, e così immersa in questo desiderio il mio cuore ti ha chiesto bambini con cui condividere questo dono. La mia fantasia volava sul mio diventare nonna ma Tu Padre ascolti e rispondi non come sappiamo noi ma come solo Tu sai fare. Così mi hai dato dei bambini, tanti bambini di catechismo e mentre loro mi chiamavano "maestra" io ho risposto loro: sono un'alunna come voi e il mio Maestro indovinate chi è? mi guardavano stupiti ed il più vivace guardandomi negli occhi mi ha detto: Gesù!

Diversi anni fa, ho iniziato a sognare bambini a lezione da Gesù ed io, stranamente ero tra loro. Non capivo il significato, forse ne davo una mia interpretazione ma restavo sempre aperta alla scoperta, perchè col tempo,  ci fa sempre capire le cose che desideriamo capire. Così qualche settimana fa, ho sognato che ai bambini veniva offerta l'Eucarestia ed io tra loro, con loro.

Grazie buon Dio, aiutami ad essere bambina nel cuore, a spogliarmi di me  ad accogliere Te, a condividere il Pane che mi offri  a riceverlo anche dai bambini, che ora sento come i "miei bambini", quelli che tu mi hai donato e mi vorrai donare. Aiutami a crescere con loro.

venerdì 2 novembre 2012

Medjugorje messaggio della Madonna 2 Novembre 2012

Cari figli, come Madre vi prego di perseverare come miei apostoli. Prego mio Figlio affinché vi dia la sapienza e la forza divina. Prego affinché valutiate tutto attorno a voi secondo la verità di Dio e vi opponiate fortemente a tutto quello che desidera allontanarvi da mio Figlio. Prego affinché testimoniate l'amore del Padre Celeste secondo mio Figlio.

 Figli miei, vi è data la grande grazia di essere testimoni dell'amore di Dio.

 Non prendete alla leggera la responsabilità a voi data. Non affliggete il mio Cuore materno. Come Madre desidero fidarmi dei miei figli, dei miei apostoli. Attraverso il digiuno e la preghiera mi aprite la via affinché preghi mio Figlio di essere accanto a voi ed affinché attraverso di voi il Suo Nome sia santificato.

 Pregate per i pastori, perché niente di tutto questo sarebbe possibile senza di loro. 

 Vi ringrazio".  





“Dear children; As a mother I implore you to persevere as my apostles. I am praying to my Son to give you Divine wisdom and strength. I am praying that you may discern everything around you according to God's truth and to strongly resist everything that wants to distance you from my Son. I am praying that you may witness the love of the Heavenly Father according to my Son. My children, great graces have been given to you to be witnesses of God's love. Do not take the given responsibility lightly. Do not sadden my motherly heart. As a mother I desire to rely on my children, on my apostles. Through fasting and prayer you are opening the way for me to pray to my Son for Him to be beside you and for His name to be holy through you. Pray for the shepherds because none of this would be possible without them. Thank you.”